I senza nome di Battaglia

Image

Nuovo episodio a km 0 😀

Se l’altra volta eravamo a casa mia, con mia mamma e le sue pizze fritte, stavolta la protagonista è la sòcera e i suoi “senza nome di Battaglia”!

Image

Termine più che altro coniato da noi ragazzi. So panuozzi? No. Panini? No. Saltimbocca? No. Calzoni? No. Francuccio, sòcero, li chiama scagliuozzi. Ma i scagliuozzi, per chi scrive, sono i triangolini di polenta fritti (bbboni). E quindi niente da fare, non abbiamo trovato un nome, magari ci aiutate voi 😀

Image

Image

Image

Impasto del “pane pizza”, lavorato a forma di panuozzo, pronto per il forno e per accompagnare qualsiasi farcitura che stuzzichi il palato e la fantasia.

Image

Qualche minuto e dal forno parte il profumino, piano piano si espande e si impone in cucina: oppio per i commensali, che per non pensarci danno una mano e iniziano a preparare i condimenti.

Image

Come le “melanzane a metà strada”: né a funghetto, né alla parmigiana. Squisite e succulente, lasciate a insaporirsi nel loro olio. Un classico, stile “buccacciello”: quelle poche rimaste, le ho rimangiate due giorni dopo, due giorni in più nel loro olio, due giorni in più ad insaporirsi. Fantastique!

Image

E nel frattempo il forno ha fatto il suo dovere:

Image

E’ il momento di tagliarli:

Image

(Francuccio si diverte coi suoi duecentomila coltelli, ma alla fine li tagliavo meglio io! Ma non diteglielo :D)

E ora la parte più bella e divertente, quella in cui mi piace sempre dare una mano: la farcitura! Prima gli ingredienti da “ripassata in forno”:

Image

Image

Image

Poi la ripassata in forno 😀

Image

E quando lo speck si è leggermente “incroccantito” e la provola s’è fatta bella filante, vai con gli “ingredienti freddi”:

Image

(speck, provola e melanzane sott’olio!)

Image

(il pesto! lo metterei dappertutto! voglio un mondo fatto di pesto!)

Ahhhhh!!! Siamo tutti pronti per abbuffarci con gusto e sapori di casa:

Image

(il mio “senza nome di Battaglia”: speck, provola e pesto alla genovese)

Image

(salsicce, patate, melanzane a metà strada, patatine e maionese! na’ bomb’ per la mia ragazza! potevo mai innamorarmi di una “no per una mignon, grazie”? 😀 Noooo!)

Image

(salsicce, provola, melanzane a metà strada, maionese)

Image

Pance piene e facce contente! Ci si alza a stento dalla tavola, ma giusto il tempo di “sparecchiare” e di riprendere le funzioni respiratorie, e il secondo stomaco della mia ragazza, “chill’ ro’ dddoce”, sempre libero e sempre pronto, già si fa sentire. E’ rimasto qualche “senza nome” non farcito! Cosa farne? E’ chiaro! NUUUTELLA! 😀

Image

Image

Image

Zucchero a velo, e sono pronti: “senza nome di Battaglia” con Nutella!

Image

E con questa dolce chiusura di serata, “chiatti e soddisfatti”, chiudiamo anche questo episodio 😀

Alla prossima, se ti è piaciuta questa nuova avventura scopri tutto il mondo #puokemed su:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/puokemed
INSTAGRAM: http://instagram.com/puokemed/
TWITTER: https://twitter.com/puokemed
BLOG: https://leavventureculinariedipuokemed.wordpress.com/

Image

Egidio Cerrone

ps Battaglia è il cognome della sòcera, ma è ormai anche il suo nomignolo 😀

Testo e Foto sono proprietà di “Le avventure culinarie di Puok e Med”.
Copyright © 2013. Tutti i diritti riservati.

Advertisements
Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , ,

20 thoughts on “I senza nome di Battaglia

  1. winnie says:

    🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 😀 😀 😀 😀 😀 😀

  2. winnie says:

    troppo troppo troppo…….bello….

  3. Jos says:

    Bellissimi!
    Te li posso copiare? 😀
    Io credo che “i senza nome di Battaglia” sono un ottimo nome.
    Quel misto di leggenda e mistero che li avvolge mette ancor più fame!

  4. 157 says:

    Ma che -pane- è? E’ stupendo. Sembra un Panuozzo fritto, una roba così, ma è fatto al forno..stessa cosa per le melanzane, non c’hanno un nome?

    • egichinasi says:

      E’ pane pizza sottile e quindi croccante, a forma di panuozzo 🙂

      Le melanzane dovevano essere a funghetto, ma invece Francuccio ha fatto sta cosa a meta’ strada molto molto buona 🙂

      Benvenuto/a da queste parti 🙂

  5. Tink says:

    Vabbè Egi ho capito che tra casa tua e quella di Terry si mangia alla grande!!!
    Fatemi provare qualcosaaaaaaaaaaaaaa!!!! =P

  6. meri says:

    Voglio il bis,grazie 😀

  7. Imma says:

    cavolooo!! come ho potuto far aspettare tutto sto tempo ad un pezzo del genere prima di leggerlo!! senza parole…ma che bella la suocera…e vabbè però tra mamma e suocera siete troppo fortunati tu e terry…tra casa Cerrone e casa D’Arco veramente c’è l’imbarazzo della scelta!! E come ogni volta nn posso fare a meno di citare la frase che più mi ha colpita,quella ke rende l’idea nel migliore dei modi,quella ke ti fa soffrire parecchio perchè puoi solo leggere e immaginare quei profumi,quei sapori ed è dura accettare che quelle bontà nn sono li davanti a te….”E quando lo speck si è leggermente “incroccantito” e la provola s’è fatta bella filante”… *__* non si può aggiungere nnt altro a questo punto,sarebbe un inutile spreco!! Io voglio assaggiare il pezzo forte di teresa (sapete che se mi date un salsiccia,patate,provola io sto nella pace totale…e se aggiungiamo anche le melanzane..bè ke dire!!). E poi in qst aricolo c’è il gran finale: “il senza nome di battaglia” con NUTELLAAA..qua mi hai proprio messa a terra…stasera mi son rovinata la cena…nn posso leggere un articolo con protagonista una bontà del genere e mangiare qualcosa di triste :(!! Giuro ke qst è uno dei miei pezzi preferiti..anche perchè nn c’è nnt da fare..le cose fatte in casa son tutta un’altra cosa, tutt’altro sapore!! Non potevi trovare suocera migliore..brava alla mamma di terry (teresaaa qnd inviti a cena pure noi?? 🙂 ) e brava alla mia coppia preferita (egi e mary) ❤

    • egichinasi says:

      Ogni volta che trovo un tuo commento, chiudo tutto il resto e mi prendo i miei 10 minuti per leggerlo 😀 Io ti invito, ufficiale. Ora convinci tu l’Esilio a morire nei trigliceridi 😀

      Mi fa piacere che è uno dei tuoi pezzi preferiti, non ci avrei scommesso 🙂 e comunque sì, sono assai fortunato 😀

      Grazie per i complimenti, soprattutto per quelli a Meri 🙂

  8. rosetta piro says:

    ma le tue ricette sono davvero spettacolari.. mi hai fatto venire l’acquolina in bocca! complimenti!

  9. Max Fox says:

    Egiiiii di tutte le recensioni che ho letto sul blog questa è quella che più mi ha fatto venire l’acquolina in bocca! Non c’è che dire, si possono unire tutti i ristoratori e pizzaioli del mondo ma le cose fatte in casa con amore, sono sempre inarrivabili! Ciauzz!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: