Pizzeria “LA FIGLIA DEL PRESIDENTE”

Image

Tutti conoscono la storia di Ernesto Cacialli, il pizzaiolo del Presidente. Per cui non sarò io a parlarvi di Clinton, del G7 e di quella che è diventata l’investitura più famosa di Via dei Tribunali. Vi parlerò del posto in cui son stato, dove Ernesto è più vivo che mai e ogni cosa parla di lui, nel cuore di una figlia e della sua famiglia.

Image

Image

Forte, energica, solare e ricca d’intuito, in pochi anni Maria Cacialli ha costruito il suo piccolo miracolo. Piano piano, un vecchio rifugio antiaereo si è trasformato in una splendida ed accogliente dimora, la location “fuori sede” si è trasformata in meta desiderata, e quella che poteva essere soltanto la storia di un “nome” ereditato, si sta trasformando nella “sua” storia. Che io sono orgoglioso di raccontare, perché donna-in-gamba-a-parte, da “La figlia del Presidente” c’è da leccarsi i baffi.

Image

Perché il suo spirito partenopeo si esprime nelle portate. Maria pensa, compra, e “cucina” come una mamma napoletana. E grazie a questi che sono gli ingredienti migliori di sempre, prende vita una delle migliori frittatine di Napoli, e quindi del mondo 😀

Image

Chiena chiena, e chien’ e’ sapore, la frittatina de “La figlia del Presidente” è un piccolo manifesto del fritto. Si sente quel tocco in più, la “mano” della vera mamma napoletana, a’ sustanza! Che va dritto al cuore e non delude mai. Sarà quel cuore di delizioso ragù, sarà quella festa di besciamella e formaggio, forse quell’impanatura dorata e croccante. Chi lo sa, l’insieme è eccezionale!

Image

Image

Image

Image

Magari un giorno tornerò a degustare una delle tantissime pizze al forno, magari qualcuno dei loro gusti particolari, magari stesa, farcita e sfornata da Armando, il piccolo di casa e futuro della pizzeria. Ma questo episodio è dedicato alla specialità della casa: l’ormai famosa PIZZA FRITTA de “La figlia del presidente”.

E un piccolo prologo è d’obbligo. Forse la più grande abilità di Maria è quella di aver scelto ed essersi circondata di un grande staff. E il più bravo, lo sanno tutti, lo ha scelto tanti anni fa…

Image

…Felice Messina, marito e braccio della pizzeria, Maestro della pizza fritta. Dopo tanti anni nella “scuola” di Ernesto, stimato da quest’ultimo e inventore di quella che è diventata la “sua” pizza fritta, oggi Felice dà spettacolo: col suo panno, la sua schiumarola e il suo magico calderone.

Image

Dietro al Maestro vi è un sergente, e dietro al capolavoro vi sono delle regole ferree, l’ABC di Felice:

a)    va stesa su un panno e non sul banco delle pizze al forno, se no si riempie di farina, quest’ultima va nell’olio e si brucia

b)    “niente pomodoro!” – se possibile – ma soltanto cicoli, ricotta, provola e pepe

c)     l’olio non deve essere troppo caldo, se no si cuoce subito fuori e dentro rimane fredda

Image

Image

Image

Un po’ di botte, chiusura ermetica e inizia lo show, la magia del calderone!

Image

Image

Image

Image

Image

Image

Bello vero? E’ semplicemente uno spettacolo di magia. Entra in “pentola” bella piatta, e subito è lì che galleggia. Felice fa il suo “numero” con la schiumarola, e lei diventa…abracadabra…UN PALLONE!!!

Image

Tutto da bucare, basta armarsi di forchetta e occhi da bambino. Perché è divertente, è infantile, gioioso. E mentre giochi, ti accorgi di avere davanti qualcosa di assolutamente fantastico. Dimenticatevi gli impasti gommosi, dimenticatevi le invasioni di pasta, dimenticatevi le pizze impregnate d’olio. La pasta è sottilissima, quando la buchi con la forchetta scrocchia, e quando finisci ti accorgi che nel piatto non vi è un filo d’olio. La pizza fritta de “La figlia del presidente” è perfetta, e se siete amanti delle tradizioni, e vi fidate del buon Felice, lo straordinario ripieno “vecchio stampo” – cicoli, ricotta, provola e pepe – vi lascerà a bocca aperta!

Image

Andateci e “arrigriatevi”. Che come dice Maria, di questa storia vi è ancora tanto da scrivere. Ed io, che non avevo neanche finito ed ero già ad abbracciarmi Felice, non vedo l’ora di saperne di più!

Image

Pizzeria “LA FIGLIA DEL PRESIDENTE”
Via del Grande Archivio 23
Napoli (NA)

 

CONTENUTI EXTRA IN CONTINUO AGGIORNAMENTO

Le avventure culinarie di Puok e Med | EVENTO SLOW FOOD ALLA FIGLIA DEL PRESIDENTE

1471318_628236737218300_1705734165_n

Le avventure culinarie di Puok e Med | Pizzeria “IL PRESIDENTE” (nuova sede)

Image

Alla prossima, se ti è piaciuta questa nuova avventura scopri tutto il mondo #puokemed su:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/puokemed
INSTAGRAM: http://instagram.com/puokemed/
TWITTER: https://twitter.com/puokemed
BLOG: https://leavventureculinariedipuokemed.wordpress.com/

Image

Egidio Cerrone

ps benvenuti nella SECONDA STAGIONE! 😀

Image

Testo e Foto sono proprietà di “Le avventure culinarie di Puok e Med”.
Copyright © 2013. Tutti i diritti riservati.

Advertisements
Tagged , , , , , , , , , , , , , , , ,

10 thoughts on “Pizzeria “LA FIGLIA DEL PRESIDENTE”

  1. winnie says:

    ma dove sta????è troppo bello….amo la frittatina….e devo assolutamente assaggiarla…..

    • egichinasi says:

      Via del Grande Archivio! Praticamente alla fine di Spaccanapoli, superi San Gregorio Armeno, trovi il caffè Ciorfito sulla destra. All’angolo del caffè giri a destra e sta la giù 🙂

      Grazie mille ❤

  2. Tink says:

    …Io più letto i tuoi post, più guardo queste immagini meravigliose…più mi dico “ma quann mi muovo ad andare a provarli tutti???????” Uno a settimana almeno…cavolo Egi sei un grande! =) 😀

  3. Mario Esposito says:

    La frittatina della figlia del presidente, la carica della frittura con l’ energia del ragù alla bolognese!

    spettacolo!

  4. elio says:

    Interessante quel fritto… nella padella sembrava grosso quanto un sofficino, poi nel piatto ho constatato che era grosso quanto un creaturo…

  5. Jos says:

    Ehi…bentornato!
    In effetti, non è la prima volta che sento parlar bene della figlia del preside!
    Prossima tappa appena mi trovo per i decumani.
    Che voglia di pizza fritta m’è venuta!
    Complimenti alla fotografa…quella pizza fritta sembra nuotare in una piscina di nettare dorato…ahhhhh…sbaaaav

    Ps Ho apprezzato la mia citazione nella locandina della seconda stagione.
    Un vero onore!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: