Hamburgeria “BLACKBURGER”

Image

Questi sono sicuramente gli anni della pizza, sempre più regina della critica gastronomica. Ma fino a poco tempo fa nessuno ne parlava e non esisteva nessuna star della pizza. Oggi invece, grazie allo spirito e alla verve di qualche ottimo maestro dell’arte bianca, e grazie al sempre più attento interessamento dei migliori critici culinari, la pizza è giustamente nella vetrina che le spetta.

E piano piano, a piccoli passi, anche e soprattutto grazie a questo blog, si sta accendendo un piccolo riflettore su un prodotto che chi vi scrive ha a cuore dalle sue primissime righe. Da qualche parte vi è qualcuno, che con la sua brace o la sua piastra ha reso “il semplice panino” qualcos’altro, con la sua identità, il suo tocco, la sua passione tra due fette di pane. In uno scenario di generale mediocrità, in cui il panino è spesso soltanto una fonte veloce di guadagno, c’è chi invece ci ha dedicato una vita, e chi sta iniziando a farlo abbinando alla passione la continua ricerca di materie prime di qualità.

Tra queste nuove leve, vi è uno di questi “qualcuno”, che da “qualche parte”, a Frattamaggiore, dà vita a dei fantastici panini. Sto per parlarvi di Giuseppe Auriemma e della sua strepitosa hamburgeria, “Black Burger”.

Image

Inaugurata neanche un anno fa, l’hamburgeria ha tutto il tocco dei due padroni di casa. Fianco a fianco nella vita e nel lavoro, Giuseppe e Ilaria, sposi da poco e in dolce attesa, hanno reso “Black Burger” meta desiderata anche a chilometri di distanza. Il perché di tale successo è presto spiegato. Ilaria è gentilissima, piacevole e gestisce con professionalità la sua piccola sala, mentre alla piastra, aiutato con maestria dal fratello Ciro, Giuseppe prepara dei piccoli capolavori.

Image

Image

Image

Tutto è ricercato. E la prima cosa che salta all’occhio, e ovviamente al palato, è la scelta delle carni. Bovino marchigiano, suino nero casertano, polli campani allevati a terra. Vengono dal Sannio, da un noto macellaio locale, e quando arrivano da Black Burger sanno di essere in buone mani, Giuseppe e Ciro gli rendono onore.

Image

Image

Image

Attentissimi nella cottura, quando ad occhio e al tatto sono pronti, gli hamburger di Black Burger mantengono tutte le aspettative. Freschi, succosi e saporiti, quindi morbidi, profumati e deliziosi. Ti vien quasi da rubarne uno dalla piastra e addentarlo lì, in piedi. Che bontà.

Image

Ma questa, è una di quelle storie in cui vi è un co-protagonista all’altezza della star. Se la carne è la protagonista, il panino non è da meno. A lievitazione naturale, giusto nelle dimensioni, il panino scelto da Black Burger è semplicemente eccezionale. E’ na pagnuttella abbuffata d’aria, con una leggerissima crosta piena di carattere. Agli occhi la splendida doratura. Al tatto una leggerezza tutta da schiacciare. Al gusto un’esperienza unica.

Image

Image

Bacon, formaggi e ottimi contorni completano l’opera, regalando al fortunato commensale quel panino che aspettava da tanto, che finora aveva solo desiderato e che, film americani a parte, non aveva trovato da nessuna parte. A real Hamburger with a capital H.

Image

70% di bovino marchigiano e 30% di suino nero casertano, è questa la ricetta vincente dei classici hamburger di Black Burger, nel cui menù spiccano tre gemme di 100% marchigiano. Il quotatissimo “Americanino”, tripudio yankee di doppio hamburger, bacon, formaggio cheddar e patate fritte. Il “Napoletano”: hamburger, mozzarella di bufala dop, pomodoro e olio aromatizzato al basilico. Fino all’incontro tra le due culture, il “CCBI Burger”: hamburger, bacon, scamorza e melanzane arrostite.

E nella piacevole attesa del nostro panino, arriva al tavolo qualche gustoso antipasto.

Image

Image

Anelli di pollo e bacon; patate fritte con bacon…e servito con delle ottime chips fresche, il Big Wurstel, di suino e bovino, artigianale, ricoperto da abbondante pancetta aromatizzata alla paprika.

Image

Non ci resta che ordinare, a mano libera.

Image

Ed eccolo, è già qui. Il mio CCBI con giusto un paio di chips aggiunte, per dare croccantezza a un panino già fantastico.

Image

I protagonisti di cui vi ho parlato sono finalmente riuniti, in una spettacolare unità. Tutto è bilanciato, tutto ha il suo sapore, tutto esalta tutto.  Concedetemi una piccola blasfemia: “I’m lovin’ it”, stavolta per davvero.

Image

Andateci. Vi aspetta l’hamburger che avete sempre sognato. E non solo, vi sono storie ancora da raccontare, quella delle bistecche, degli hamburgeroni al piatto, delle orecchie d’elefante, delle sfide per veri Puok e del sempre più amato bestione della casa, il Bonfi Burger. Negli anni ho capito che i posti che davvero amiamo, sono quelli in cui ritorniamo. A presto, Black Burger!

Image

Hamburgeria “BLACK BURGER”
Via Vittorio Emanuele III 167
Frattamaggiore (NA)

 

CONTENUTI EXTRA IN CONTINUO AGGIORNAMENTO

Le avventure culinarie di Puok e Med | EPISODIO SPECIALE: DUEMILA feat. BLACKBURGER
qui: https://leavventureculinariedipuokemed.wordpress.com/2014/01/24/episodio-speciale-duemila-feat-black-burger/

26

 

Alla prossima, se ti è piaciuta questa nuova avventura scopri tutto il mondo #puokemed su:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/puokemed
INSTAGRAM: http://instagram.com/puokemed/
TWITTER: https://twitter.com/puokemed
BLOG: https://leavventureculinariedipuokemed.wordpress.com/

Image

Egidio Cerrone

ps:
non molto tempo fa trovai quanto segue su Internet: “Most people want a perfect relationship…I just want a hamburger that looks like the ones in commercials” Embè corri a Frattamaggiore, visto che belli? 😉

Testo e Foto sono proprietà di “Le avventure culinarie di Puok e Med”.
Copyright © 2013. Tutti i diritti riservati.

Advertisements
Tagged , , , , , , , , , , , , , , ,

16 thoughts on “Hamburgeria “BLACKBURGER”

  1. Tink says:

    Egi, ormai mi ripeto ogni volta, ma come posso non elogiare il tuo modo di presentare ogni pietanza, la tua descrizione minuziona dei sapori e della personalità e gentilezza dello staff…come posso non innamorarmi delle evocative fotografie che sembrano far sentire i profumi di quei piatti tanto da farti venir voglia di mordere lo schermo?!!
    Saresti capace di far tornare l’appetito ad un anoressico!!!
    Complimenti ragazzi, complimenti a voi che rendete così unico e speciale un blog sempre più ricco e ben curato! Complimenti davvero! 🙂

  2. winnie says:

    c’è vedere le foto….è come mangiare….è come assaporare quelle squisitezze…..quelle foto parlano…anzi sprigionano odori…..ma si riesce ad aprire la bocca in quel modo per far entrare quella goduria???troppo bello…egi complimenti…..

  3. comario says:

    Mi hai fatto venire una voglia!!!!
    Mi sa che lo proverò presto! 🙂

  4. Jos says:

    Caspita…a qualche minuto da casa!
    Mi associo a chi esaltava le foto: stavo per mordere il monitor..

    Vai Puok! Continua così!!
    Mi sa che lo proverò in settimana.
    La dietologa è in ferie.
    Hanno un’aria succulentissima!

    • egichinasi says:

      Beato te che è a pochi minuti da casa 😀

      Fammi sapereeeee 🙂

      • Jos says:

        Ci sono stato proprio stasera.
        Ho scelto l’americanino.
        Americanone forse!
        C’ho abbuscato mmalament all’inizio.
        Primo “paccaro” al primo morso. Come dare un morso all’Everest.
        Piano piano mi sono adattato alla scalata…e ho recuperato, distruggendolo.
        Mai mangiato un panino così enorme, ma soprattutto così buono. Buonissimo.
        Un piacere combattere così 😀
        Ho notato che il pane è leggerissimo. Un ulteriore pregio per i mega panini.
        I due ufo fatti carne sempre presenti nella tavolozza dei sapori, nonostante l’affollamento di elementi nel panino, che risultano ben scelti e sempre saporiti.
        Eccellente!
        Chi ha scelto il napoletano riferisce di papille gustative pazze di gioia.

        Ci tornerò per esplorare il resto della catena montuosa 😀

      • egichinasi says:

        Grandeeeeeeee! tu sei un super fan 😀

  5. comario says:

    Finalmente l’ho provata venerdì, dopo aver letto la recensione me lo sono sognato ed era un pò che ambivo ad andarci! 😀
    Veramente fenomenale la carne, grande sia l’antipasto di fritti che il panino!
    Ci tornerò, grazie per il consiglio! 😀

  6. comario says:

    Sognato = segnato, mò non esageriamo! XD

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: