Pizzeria “SALVO FRANCESCO & SALVATORE”

Image

Due ragazzi, tra la folla per entrare da Salvo, parlano di pizzerie. “Comm’ è bella sta pizzeria!”, dice il primo. “Mmmm…” risponde il secondo “…a me non piace assai, a me piacciono le vecchie pizzerie, quelle piccole, tradizionali e che ci rappresentano nel mondo! Questa sembra una catena di montaggio, cosa dà a Napoli?” Il primo ragazzo sta per rispondere, ma viene subito interrotto da una voce che sembra provenire da un barattolo di piennolo: “Frà…” risponde il pomodoro quasi pepetiando  “…8000 chili all’anno”.

Image

Image

Fratelli Salvo. Un giorno si dirà che San Giorgio a Cremano è stata costruita intorno alla loro pizzeria. Basta passare un minuto la fuori, e capire subito che la più bella pizzeria campana illumina tutto il resto, abbellisce la piazza e la ravviva.  Francesco e Salvatore, lavoratori instancabili, e pionieri di un nuovo concetto di pizzeria, hanno creato un piccolo gioiello, un esempio. Perchè se è vero che esistono pizzerie che puntano sulla qualità a discapito dei coperti, e allo stesso modo quelle che di posti ne hanno tanti ma di qualità poca, la pizzeria dei fratelli Salvo è l’esempio brillante di come si possa fare grandi, grandissimi numeri con uno standard qualitativo enorme, in grado di raggiungere ogni palato e ogni tasca. Innovando sempre, ma senza perdere quell’anima popolare tramandata da generazioni, che ti si rivela appena entri e ha un nome e cognome: Bancariello Dei Fritti.

Image

Image

Image

Image

Image

Anni a tormentarmi dopo aver visto Pulp Fiction, a chiedermi cosa ci fosse in quella valigetta alla base di tutte le tarantelle del film, cosa fosse quella luce intensa, dorata, che avrebbe lasciato di stucco prima John Travolta e poi Tim Roth. C’è chi dice che conteneva l’anima di Marsellus Wallace, chi una pistola dorata, chi il vestito dorato di Elvis. Tarantino non lo ha mai rivelato. Secondo me c’era l’aurea, luccicante, magistrale frittura dei Salvo.

Image

Image

Image

Image

Senza pazzià, è tutto perfetto. ‘E mulignanelle doce doce, dei gustosissimi – finalmente – scagliuozzi di polenta, una deliziosa e leggerissima pasta cresciuta, una frittatina da fuoriclasse. Al suo interno niente ragù, solo cotto, provola e besciamella, per un risultato incredibile. Delicata ma saporita, fragrante all’esterno grazie a una pastella eccezionale, cremosa all’interno. Standing ovation!

Image

Emozionante e irrinunciabile, come quelli che amo definire i miracoli di ingegneria dei fratelli Salvo: l’arancino e soprattutto ‘o panzarotto, senza impanatura. Un tormentone. Come fanno? Cosa fanno? Di che stregoneria si tratta? Li adoro, li venero, li voglio. Antipasto d’autore. Ante-pizza perfetto.

Image

Image

Image

Image

Image

Due forni e uno squadrone. Chi ammacca, chi concia, chi inforna. Come si è sempre fatto nelle grandi pizzerie, ma all’ennesima potenza. Velocissimi e bravissimi, una pizza dietro l’altra e una festa di prodotti d’eccellenza. Quei prodotti che i fratelli Salvo amano e sostengono, investendo nella nostra Campania e regalando al cliente una grandissima pizza alla portata di tutti.

Image

Image

Image

Image

Image

‘Na bontà, dall’impasto sofficissimo, di quelli studiati, ricercati e migliorati negli anni, e che conoscendo i padroni di casa migliorerà sempre. La testa di Salvatore Salvo è sempre là. Roba che te ne mangi due o tre. Roba che Francesco Salvo ‘o ngegnere, quando mi è arrivata la bellissima fritta a tavola come fine pasto, lasciando per un attimo il personaggio di cassiere sergente coordinatore, mi fa ridendo: “Egì basta, è finito tutto”. Gran dessert, Francè!

Image

Image

Cicoli, ricotta, provola e pepe. Buonissima e carica di gusto, leggera che manco ve lo dico, latticini di un altro pianeta, che fanno la differenza, qui e su ogni pizza, nella frittatina e nei crocchè, per il taglio, la qualità e la consistenza in cottura. Fenomenali. Fenomenali come questi due bestioni. Andate a trovarli, non fatevi spaventare dalla fila riempi-piazza, scorre veloce. Li troverete stra-impegnati, presi, per regalare a voi una bellissima e gustosissima serata, e a Napoli una pizzeria che farà la storia.

Image

PIZZERIA “SALVO”
Largo Arso, 10
San Giorgio a Cremano (NA)

CONTENUTI EXTRA IN CONTINUO AGGIORNAMENTO

Le avventure culinarie di Puok e Med | LA PIZZERIA SALVO DI SAN GIORGIO CALA L’ASSO CHE SPACCHERA’ TUTTO: LA FRITTATINA DI PASTA E PATATE 

puok e med francesco e salvatore salvo frittatina paste e patate 10

Alla prossima, se ti è piaciuta questa nuova avventura scopri tutto il mondo #puokemed su:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/puokemed
INSTAGRAM: http://instagram.com/puokemed/
TWITTER: https://twitter.com/puokemed
BLOG: https://leavventureculinariedipuokemed.wordpress.com/

Image

Egidio Cerrone

Testo e Foto sono proprietà di “Le avventure culinarie di Puok e Med”.
Copyright © 2014. Tutti i diritti riservati.

Advertisements
Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

5 thoughts on “Pizzeria “SALVO FRANCESCO & SALVATORE”

  1. BotolaTommy says:

    Egi, qui scrive una BOTOLA affamata!
    Sembra quasi che il fumo caldo che emanano queste prelibatezze, fuoriesca dalle foto e si mette a danzare sotto al mio naso!!!
    A giudicare solo dall’aspetto, purtroppo, mi sa di frittura croccante e fragrante, impanatura perfetta, ripieno che è una scioglievolezza per il palato!! E dulcis in fundo, una pizza genuina e leggera, di quelle dalla lievitazione lunga ca nun te rimane ngopp o stommc!!
    Anche se a Monte abbiamo il pioniere dei panini, ahimè!! Delusione e sconforto per non poter mangiare una pizza così!!!! mò per esempio oì!!!!

  2. Tink says:

    Grazie Egiiiiiii!!! 😀
    Sarà la prossima che proverò! Mi serviva una pizzeria “nuova” che facesse una bella frittura come questa! =P
    Con queste prelibatezze che fotografate ogni volta, mi fate sempre venire un’acquolina….ci correrei adesso stesso! 😀

  3. Manuel Ramos says:

    Lo devo ammettere a CARATTERI CUBITALI , SIETE MITICI, SIETE PERFETTI, SIETE I MIGLIORI DI TUTTA NAPOLI !!!!!
    Cercavo una pizzeria che rappresentasse al meglio il gusto e la tradizione napoletana, nell’arte di saper coniugare passione e gusto, vitalità e amore nell’alimento che più ci rappresenta al mondo …
    Ebbene sì, lo trovata, siete voi I Pizzaioli Salvo, compreso ovviamente Cirò Salvo proprietario dell’omonima pizzeria 50 Kalò situata a Piazza Sannazzaro .
    Eppure c’è l’ho sotto casa per così dire ,e non ci avevo mai fatto una puntata lì, se non con i miei più cari amici ,tra l’altro fondatore del blog più culinario d’italia !!!
    La pizza margherita dei fratelli Salvo a San Giorgio è una cosa strepitosa, spettacolare direi …
    Senti dall’odore e dal gusto, tutto l’impegno e l’amore che i maestri pizzaioli hanno e ci mettono per poi trasmetterlo a noi, alla popolazione più decisiva, più conoscente e sapiente che sa come si fa una VERA PIZZA !!!!!!!!
    Continuate così, spero di ritornarci presto … :DDDDD
    Ciao Ciao ;)))))

  4. […] sbariando su Facebook, a un certo punto naggià capito come ma da Puokemed so finita sul sito dei Fratelli Salvo, ho trovato la ricetta di quella frittatina che mi è piaciuta assai, tenevo la mozzarella, tenevo […]

  5. Sergio Morra says:

    Ciao Puok, spinto dalla nomea e convinto dal tuo articolo, decido di farmi un giro da Salvo.
    Ti voglio raccontare brevemente la mia esperienza, curioso soprattutto di conoscere altri pareri.
    In due, io e la mia ragazza, ci accomodiamo. Pochi minuti per decidere ed ordiniamo velocemente. Frittatine, crocchè, margherita vesuvio, diavula pezzente, acqua, “Federica” 0,4. Ma il cameriere mi consiglia col fare amichevole di chi fa questo lavoro e sape che t’adda venner, una rossa. Neanche il tempo di ridare uno sguardo al menù che mi ritrovo con la rossa al tavolo. Richiamo il cameriere facendogli notare che aveva deciso da sè, e in pochi minuti mi arriva una birra ambrata 0,3. “Sarà lei?..Chissà..Vabbè, bevimm che tanto pò a piglià n’altra birra non fa mai male!”…Nel frattempo arrivano le fritture e i dubbi sul beveraggio già si dissolvono. Sapori delicatissimi, magico crocchè senza impanatura e frittatine croccanti fuori e morbide dentro..ca se squaglian! Pochi secondi bastano a spazzarle via, e in pochi minuti arrivano le pizze. La prima cosa che penso è che non è na classica pizzeria, ma è na pizzeria da gourmet. Della margherita senti pari pari ogni sapore, e li senti separati l’uno dall’altro, e pure tutt’insieme in una cosa sola. L’impasto, quello non l’ho neanche accusato! MA..COS’È STO NERO? No ja…il cornicione sotto è bruciato! Se pò ffà? Fratè per 8 euro di margherita – a Napoli – NON PUOI E NON DEVI bruciare la pizza!!
    Assaggio la diavola, forte corposa…una pizza tosta (Ma ahimè bruciata pure lei). Ha un sapore tanto aggressivo da portarmi alla sazietà. Chiediamo il conto e il cameriere (un altro) con lo stesso fare del precedente ci consiglia le zeppolelle. Ok ci stanno, ma giusto 2 che siamo pieni. Le zeppolelle arrivano in qualche minuto, ma sono 4. “Vabè e mo stanno qua…”. Non mi hanno sconvolto molto. Poco zuccherate, e con tutto che non mi piace affondare nel glucosio, la sensazione che ti dava mordendo una parte senza zucchero era che stavi continuando a mangiare antipasto. Vabè, arriva il conto e ci trovo questa Kent Shepherd che alla fine non ho mai preso…Onesto, ho mangiato buono, ma errori come questi nel servizio o come il cornicione bruciato, sono errori ELEMENTARI, e per me vanno a netto discapito del rapporto qualità/prezzo. Non so se questo mio è un caso isolato o se disattenzioni simili sono capitate anche ad altri. L’impressione è stata quella di essere un pò “presi in giro” per arruffare qualche spicciolo qua e la. Se così non fosse allora direi che il personale è seriamente impreparato. Immagino che per te è impossibile valutare il servizio siccome bene o male in giro “te sann” e hanno la massima accortenza. Ecco perchè ci tenevo a scrivere questa impressione e a confrontarla con quella di clienti occasionali e abituali.
    Grazie per lo spazio concesso..a presto

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: