Pizzeria “STARITA”

puok e med starita margherita

Nel vecchio rione Materdei, dove il tempo si è fermato a spasso tra quei vicoli, c’è un piccolo tempio mai abbandonato, frequentato, amato, e spassionatamente curato. È il tempio di Don Antonio, è il suo negozio di bomboniere, è la leggendaria pizzeria Starita.

puok e med starita

Classe 1901, quando era soltanto una cantina e nessuno immaginava che da lì a 50 anni sarebbe diventata il vascio più famoso della storia del cinema, quello dell’indimenticabile Sofia Loren ne L’oro di Napoli di Vittorio De Sica. Era il 1954 quando la bella adultera deliziava i passanti a suon di pizze fritte, districandosi tra domande e sospetti di un marito geloso. E quello che oggi non è semplice pizzaiolo, ma una vera e propria istituzione, quei giorni li ha passati da bambino, intrappolando per sempre l’entusiasmo infantile di quella esperienza. Oggi, Don Antonio Starita, di poche pochissime parole, parla con gli occhi, e sono quelli sognanti e ancora infantili, che lo hanno portato prima a fare di “Starita a Materdei” un posto magnifico e amato da tutti i napoletani, e poi a imporre le sue bellissime pizze oltreoceano, ad Atlanta e New York dove il “Don Antonio by Starita” spopola. Il segreto è nell’umiltà delle sue domande: “Ti piace come lavoriamo?” Ciuccio di fatica al servizio dei suoi sogni, moglie e i due figli, uno al banco l’altra in cassa, i suoi primi fedelissimi followers.

puok e med starita don antonio starita egidio cerrone

Sogni per lui, sogno di tutti. Starita oggi è una pizzeria popolare che ha fidelizzato generazioni di clienti con un solo ed unico segreto: ‘o sapurito, che contraddistingue dal primo all’ultimo ogni tassello di un menù apprezzato e scopiazzato in tutta la Campania. Ma scopiazzare è facile, riproporre quel gusto, è nata cosa. È per questo che oggi certe cose le trovi dappertutto, ma se dici angioletti pensi a Starita, ciurilli ripieni pensi a Starita, montanara fritta e al forno pensi a Starita. Perchè Starita is like Coke, all the others are just Pepsi.

puok e med starita angioletti

puok e med starita frittura

Gusto, gusto, gusto. Partendo dai fritti, non ne sbagliano uno. Il panzarotto è come quello di casa tua, semplice e saporito, come se lo avesse impastato tua nonna, impanato tua mamma e fritto tua zia.

puok e med starita panzarotto

Il ciurillo ripieno da divorare come se non esistesse altrove, e forse così è. La frittatina, l’unica con impanatura che io abbia mai amato in una vita di pastelle. Anche nel cuore è diversa da tutte le altre, insieme alla besciamella c’è cotto e provola, al posto dei bucatini gli spaghetti. Al primo incontro non fu amore a prima vista, e non gli diedi due lire. Ora se ho due lire me le spendo a frittatine di Starita, fu amore a primo morso.

puok e med starita frittatina

Immancabili, allo stesso modo di una birra a Monaco, gli angioletti. Qui sono soffici e fragranti, e il condimento è perfetto. Il taglio dei pomodorini, quelli piccoli piccoli, dolcissimi e accuratamente selezionati, è una Chicca with a capital C. I love ’em.

puok e med starita angioletti egidio cerrone

But my deepest love è ‘a montanara fritta al forno, la star di Materdei. Metti che da Starita sui fritti stai in mano all’arte, metti che quel disco di pasta fritto te lo condiscono con la loro mano devota al sapurito, metti che la cuociono alla perfezione in quei rutellucci a bocca di forno.

puok e med starita montanara fritta e al forno

Esce fuori un capolavoro. Fragrante, leggerissima, dal gusto inimitabile, nella pasta e nel topping. Provola, formaggio, basilico e pomodori, umori straordinari, che vuoi di più, te le magnà e basta. È la sintesi di Starita, il punto di incontro tra la leggendaria friggitoria, e il negozio di bomboniere: le pizze al forno.

puok e med starita

puok e med starita

puok e med starita

puok e med starita

Piccole, decisamente tonde e con quel cornicione pronunciato, in quel piatto blu lucido e brillante, tutte uguali e tutte diverse, ricche di colori. Dal forno di Starita non escono pizze, escono bomboniere. Così belle che nun me magnass, ce mettesse i confetti affianco.

puok e med starita

puok e med starita

E invece ‘me mangio, perchè son buone da morire. Su quell’impasto vecchia scuola, oggi probabilmente superato da superpizzaiuoli 2.0 sicuramente devoti al Don, spicca quella piacevole e rassicurante botta di sapore. Ogni pizza, dalla margherita al ripieno fritto, da quella coi pistacchi a quella ciurilli e noci, è incredibilmente gustosa.

puok e med starita ripieno forno

E sono fermamente convinto che non sono gli ingredienti al top, non sono i marchi, non sono le etichette di ogni prodotto che fanno della pizza di Starita una pizza da ricordare. Il gusto imperante nelle pizze di Starita viene da mani casereccie e sagge, è maestria dell’equilibrio, senza giocare a togliere, semplice, naturale e perfetto mettere a occhio, qb.

puok e med starita margherita

PIZZERIA “STARITA”
Via Materdei, 27-28
Napoli (NA)

Benvenuti nella season 3

puok e med season 3

se ti è piaciuta questa nuova avventura scopri tutto il mondo #puokemed su:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/puokemed
INSTAGRAM: http://instagram.com/puokemed/
BLOG: https://leavventureculinariedipuokemed.wordpress.com/

Image

Egidio Cerrone

Testo e Foto sono proprietà di “Le avventure culinarie di Puok e Med”.
Copyright © 2014. Tutti i diritti riservati.

Advertisements
Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: