Evento Slow Food alla Figlia del Presidente

1471318_628236737218300_1705734165_n

Ieri io e Maria Bellopede, la fotografa di questo blog, siamo stati invitati all’evento dell’associazione Slow Food organizzato nella pizzeria di Maria Cacialli “LA FIGLIA DEL PRESIDENTE” (il vecchio articolo qui -> http://wp.me/p3gRWP-Ny). Sincero, pensavamo di scocciarci. E invece no. Noi ci siamo divertiti un sacco ed il perchè è semplicissimo. LA FIGLIA DEL PRESIDENTE è casa nostra. Conosciamo ormai tutto lo staff ed ognuno ci vuole bene, ognuno ci cerca, ognuno si rilassa chiacchierando un po’ con noi e siamo sempre i benvenuti. La cosa più importante ♥ …tutto perfetto per una grande serata! Era una serata di degustazione, pizze a tranci, frittura, dolce e na bella birra artigianale “Bella Mbriana”. Si iniziano le danze: panzarott’ e frittatine! Non lo dite a nessuno che noi già una frittatina ammacchiata ce l’eravamo fatta su al banco (lo scoop solo per l’amica blogger e giornalista Dora Sorrentino – Food&Sud e Luciano Pignataro Wine Blog – che finalmente ho avuto il piacere di vedere dal vivo…bell’ Dora). Che bontà, pure tiepida. Ne ho mangiate duecentomila, da tutte le parti, e sono pronto a dire che la frittatina di Maria e Felice è tra le prime due-tre di Napoli, e quindi del mondo. Na’ botta di vita!!! …con quel cuore di rrraù…da brevettare! Un bel bicchiere di birra e già la prima fritturina e andata! Alzo la testa del tavolo compaiono dei deliziosi bocconcini di mozzarella. La rialzo e vede la bella Maria che porta qualcosa in grembo. So e’ cuppetielli, chin’ chin’ e zeppole che ciurilli. Evvai!…”Maria vien’ a ‘ccà…fatti fa na foto che si bella” esclama rincorrendola l’altra Maria, quella mia. N’altro bicchiere di birra, e “Marì, andiamo un po’ da Felice e Armandino”. Saliamo, e Armando e gli altri pizzaioli sembrano macchie in mezzo al giallo. Stanno preparando una rivisitazione della Marinara con pomodorini gialli (pomo d’oro, frà ;)), aglio, origano e alicell’ fresche di giornata. Buona, e ci sta che alla prima serata Slow Food provo per la prima volta quel pomodorino, che “quando lo acchiappi chin’ e polpa” è ‘na squisitezza. E Feliciello? Sta preparando l’ARTE sua. A’ pizza fritta, come piace a me e come piace a lui: solo ricotta, cicoli, provola e pepe! E’ che vo’ dic’ a fa! Pure se ne ha fatte tantissime, una dietro l’altra, era come al solito impeccabile: leggera, unta manco un po’, saporitissima. E che spettacolo vedere i camerieri uno dietro l’altro scendere con tutti quei PALLONI DI PIZZA FRITTA ♥ E ancora! Una grande bufalina e pomodorini del Piennolo! Mando l’imbasciata ad Armandino e gliela chiedo a “rota ‘e carro”, voglio provarla così. Detto fatto, il cameriere arriva sorridente: “chest’ ‘e a pizza di Egidio”! La spacca, è pure di Maria. Ci siamo arrigriati, c’amma cunsulat ♥ E poi, mentre giù arrivavano le pastiere di Maria, io e Maria la mia ritorniamo dagli amici nostri. Na chiacchiera co’ Armandino, una con Ciro, una col gentilissimo zio di Maria (il bel vecchietto che serve le fritture d’asporto). Tittittì, tittità..”Armandì posso infornà?”…”Ma quà infornà! Tiè fai proprio una pizza!” Che càzzo di onore ragazzi, e che emozione. Ho fatto la prima pizza della mia vita, in un vero forno, in una vera pizzeria ♥ Ora capite perché LA FIGLIA DEL PRESIDENTE è casa mia? 😉 Na’ margherita, me la stende un po’ Ciro, io la “concio”, la passo sulla pala, e la inforno quasi facile facile. Poi viene il bello, la cottura con l’altra pala. Un po’ mi emoziono a vedè la mia pizza cuocersi, abbuffarsi nel cornicione, “puppuliare”, da ‘na parte capisco quanto è complicato! Un paio di manovre azzardate, due o tre aiuti di Armandino. Ed è fatta! La offro al simpatico Paolo Gramaglia, chef del ristorante “President” a Pompei, che giustamente mi risponde: “E’ a primma pizza toj, e tà magn’ tu”…noooo! Un po’ io, un po’ Maria, un po’ i pizzaioli. Che onore! …era buona, aria nel cornicione e saporita…ma mo n’esaggeramm che Maria la mia è stata la prima a dire: “scè, l’impasto è loro, i condimenti so loro, il forno è loro!” AHAHAHAHHAHAHAHHAHA, è vero Marì 😀 “Buonanotte. E licenziate quel pizzajolo” (cit. Paolo Gramaglia 😀 ) Ci siamo divertiti. Ci siamo arrigriati. Ci siamo sentiti a casa. Grazie Slow Food per l’evento. Grazie Armandino e pizzajoli. Grazie Felice. Grazie MARIA!

Alla prossima, se ti è piaciuta questa nuova avventura scopri tutto il mondo #puokemed su:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/puokemed
INSTAGRAM: http://instagram.com/puokemed/
BLOG: https://leavventureculinariedipuokemed.wordpress.com/

Image

Egidio Cerrone

Testo e Foto sono proprietà di “Le avventure culinarie di Puok e Med”.
Copyright © 2014. Tutti i diritti riservati.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: