Natale in casa Lelena: con Venerando la beneficenza è più buona

Puokemed Lelena Venerando 3

“A Natale puoi, fare quello che non puoi fare mai…A Natale si può dare di più…a Natale puoi..” Bell eh sta canzucella? Natale…Ahhh Natale…E’ il periodo dell’anno che mi piace di più, addobbi ovunque, luci a festa, brindisi a gogo, o sett e mezzo, panettone, struffoli, la famiglia, gli amici veri…l’aria natalizia è nata cos, rasserena gli animi e riscalda i cuori, nun ce sta nient a fa. 😀 E’ quello che sto pensando da qualche giorno a questa parte, ancora di più, dopo essere stato all’evento: “Natale in casa Lelena” organizzato dal pub aversano Lelena Burger in collaborazione con Venerando Valastro, il re della griglia, che per l’occasione ha rivisitato n’attim n’attim la tradizione natalizia napoletana.

Puokemed Lelena Venerando 6

Ma non è questo. O almeno non è tutto. L’evento aveva uno scopo benefico, nobilissimo, l’intero ricavato si destinava all’AIL, associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma, presente alla serata con la responsabile dell’area casertana. Un’iniziativa bellissima quella dei fratelli Girasole da sempre impegnati nel sociale.

Puokemed Lelena Venerando 8

Partner della serata i Birrifici Serro Croce e Baladin, Gustarosso e Cillo. Bell bell, dic bell assai, ma wagliù, l’iniziativa è stata ancora più fantastica perchè si è mangiato a mostro proprio! E non lo dico perché “Lelena” e il suo chef Massimo Grassia fanno panini assurdi e di qualità, non lo dico perché Nando è o mast del barbecue, ma perché insieme hanno proprio ricreato una perfetta atmosfera natalizia, a tavola, e di più ai fornelli. Sala strapiena, facce amiche.  Facce sorridenti…e affamate!

Puokemed Lelena Venerando 10

Puokemed Lelena Venerando 21

Puokemed Lelena Venerando 45

si comincia con baccalà di maialino nero casertano, purè di patate affumicate con bacon croccante e tortino di scarola alla napoletana…baccalà di maiale?!eheheh eh si, un pezzo di salsiccia salato, poi dissalato, infarinato, passato nell’uovo ed impanato, fritto così comm se fa il baccalà la sera del 24 Dicembre. Na bella spruzzatella di limone sopra, nu poc e scarola saltata in padella con l’uvetta passa, i pinoli e le olive e già si inizia a ragionare. L’amaro della verdura si sposa benissimo con il fritto estremamente croccante ed asciutto, pulisce la bocca in attesa del boccone di purè (fatto con patate fresche precedentemente affumicate nel barbecue) con il bacon. Sapori intensi, semplici e ben definiti. In abbinamento la birra Serro Croce ambrata, ideale per le carni rosse ed i fritti con quel suo vago sentore balsamico e di liquirizia.

[ovviamente Egidio doveva farsi anche il bis in mezzo al pane e ammoccarsi con Venerando]

Puokemed Lelena Venerando 14

E abbiamo appena cominciato! la seconda portata invece è proprio Natale in mezzo al panino! un panino farcito con una crema di papaccelle da un lato con un po’ di giardiniera e dall’altro maionese al pepe…giusto in mezzo un bell’hamburger di capitone fritto. Tocco dello chef, sull’hamburger qualche cappero salato fritto. Il tutto accompagnato da una porzione di patate con la buccia da intingere in una crema di friarielli e la birra Wayan di Baladin. Cioè fermi tutti. Ricapitoliamo. Ce sta o capiton fritto, ce stann e papaccell dell’insalata e rinforz, ce sta l’insalata russa, ce stann e friariell…è proprio Natale! l’hamburger di capitone è fenomenale, molto croccante all’esterno, bellissimo il sound del crunch che regala, ma dal cuore fondente e delicato, un sapore difficilmente riproducibile e sapientemente bilanciato dai sottaceti e dalla creme di farcitura. Il cappero fritto poi è veramente top! la crema di friarielli manda in estasi il cervello e fuori uso le papille gustative, leggermente amarostico il sapore e piccantuccia al punto giusto sta benissimo con la Wayan, una birra molto profumata e speziata, abbinata ad hoc all’intera preparazione!

Puokemed Lelena Venerando 22

Ma “il meglio deve ancora venire”! dalle mani del griller dal cuore d’oro prende forma IL Capolavoro. La terza portata. Le polpette di Marchigiana IGP prima affumicate al legno hickory al barbecue e poi tuffate in un pignatone di ragù di pomodorini antichi di Napoli…servite al piatto in crosta di Bun Lelena. Arriva il piatto a tavola. E che è, o Vesuvio?! il Bun è stato scavato dall’alto a mò di cratere e privato in parte della mollica, riempito di polpette e ragù che fuoriesce comm si foss lava. E che lava sapurita! abbondante, dolciastra, affumicata a sua volta dal profumo della polpetta tenerissima e succulenta. Una polpetta morbida che non si ha idea, sapore di affumicato non invadente che ti spinge a volerne sempre di più, un’altra ancora. E ancora. Che purpett mammà! e poi ci sta il pane…la scarpetta è doverosa. A scarpett, è na cosa seria!

Puokemed Lelena Venerando 28

Come terminare il Natale napoletano se non con gli struffoli? e struffoli siano! Dolcetto servito! E ad accompagnarli c’è una birra molto particolare dal sapore di tabacco, note di cioccolato ed un finale di liquirizia…che prelibontà, e colpo finale “a pizza doce”.

Puokemed Lelena Venerando 31

Puokemed Lelena Venerando 32

Puokemed Lelena Venerando 33

E anche stavolta…abbiamo mangiato, benissimo! Ma ci siamo divertiti, tanto, ed abbiamo fatto quacche cosa di buono assai per la ricerca…perché Natale non è solo tutto questo, “a Natale puoi…” e molto di più.

Hamburgeria LELENA BURGER & CO.
Via Giolitti, 7
Aversa (NA)

Alla prossima, se ti è piaciuta questa nuova avventura scopri tutto il mondo #puokemed su:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/puokemed
INSTAGRAM: http://instagram.com/puokemed/
BLOG: https://leavventureculinariedipuokemed.wordpress.com/

422014_3488972661093_1216257237_n

Giovanni Mele

Testo e Foto sono proprietà di “Le avventure culinarie di Puok e Med”.
Copyright © 2015. Tutti i diritti riservati.

 

Advertisements
%d bloggers like this: